In Germania ci sono circa 1500 Asili nel Bosco  che generano un fortissimo interesse. Alcuni di essi adottano un modello di educazione all’aperto “puro”: i bambini vengono portati nella foresta, accompagnati dagli educatori e trainano un carretto su cui vengono depositati gli oggetti utili allo svolgimento della giornata. Altri asili scelgono invece di proporre un modello educativo “mediato”, in cui sia possibile avere una struttura fissa, più o meno dotata di comfort e che permetta agli utenti dell’asilo di avere un riparo nel caso in cui le temperature o le condizioni climatiche siano troppo avverse.

Nella foresta di Bad Liebenzell nel 1996 è stato aperto uno dei primi Waldkindergartens della Germania (www.waldkindergarten-liebenzell.de). Questa struttura adotta il modello educativo “mediato”.

bad liebenzell

Da pochi giorni l’asilo di Bad Liebenzell ha a disposizione un cottage ai margini della foresta. Nel caso in cui le condizioni meteo siano  estreme è possibile per i bambini andare in paese e disporre di una struttura più confortevole. La scelta di spostarsi o di stare nel bosco è presa di concerto dagli educatori e dalle guardie forestali. La collaborazione ente pubblico e ente privato è fondamentale per far funzionare la macchina organizzativa senza intoppi. A tutti interessa solo una cosa, i bambini devono avere la possibilità di stare all’aria aperta in sicurezza.

Le attività iniziano all 9.00 del mattino e terminano tra le 13.00 e le 14.00. I gruppi di bambini accolti si suddividono in due fasce d’età, sino a 3 anni e da 3 a 6 anni.

Quanto costa andare all’asilo nel bosco?

I prezzi che siamo riusciti a trovare che indicano il costo di questa struttura sono riferiti all’anno passato, non crediamo che il costo sia mutato di molto. Per i bambini sino a tre anni si paga una quota mensile più alta, che varia tra i 170 e 200 Euro, mentre i bambini più grandi  (3 – 6 anni) pagano tra i 70 e i 100 Euro.

La giornata nel Bosco.

bad
Foto: Schwarzwälder-Bote

Alle 9.00 i bambini si riuniscono attorno a un cerchio, si dividono per gruppi e cantano alcune canzoni. Verso le 9.30 si parte per una piccola passeggiata nel bosco, con mete diverse a seconda delle età. Sino alle 10.30 i bambini hanno la possibilità di giocare liberamente, senza giochi di plastica o preconfezionati, la natura fornisce tutto quanto serve e la fantasia e la creatività, eventualmente, aggiungono il resto.

Verso le 10.30 ai bambini viene offerta la possibilità di fare un’attività più strutturata, come ad esempio matematica, lettura o fai da te.

Se i bimbi hanno bisogno di andare in bagno, nessun problema, sicuramente la foresta fornirà un angolino adeguato. La pala è a disposizione per sotterrare quanto ognuno ha donato al bosco.

Intorno alle 11 del mattino si mangia, le scatole per il pranzo vengono aperte ed è così possibile saziare la propria fame.

Tra le 13.00 e le 14.00 i genitori vengono poi a riprendere i bambini che, stanchi, ma felici possono andare a casa.

Riflessioni

Sembra davvero così distante dalle nostre esigenze questo modello? Ma i nostri bambini non dovrebbero avere il diritto di vivere in natura la loro infanzia?

Continuiamo a sostenere che la possibilità di educare all’aria aperta debba essere data a tutti i bambini. Siamo fermamente convinti che i vantaggi che i piccoli possono trarre da quest’esperienza siano enormi, sia nell’immediato, sia nel futuro. Sempre più studi lo dimostrano e sempre più interesse c’è in questo approccio, anche in Italia.

Inseriamo il link che dà accesso a un breve video relativo alla cerimonia d’inaugurazione del nuovo cottage dell’asilo. Buona Visione

https://www.youtube.com/embed/VB-zu05taBs“>Inaugurazione del nuovo cottage del Bad Liebendell Walkindergarten

Sitografia:

Sito internet walkindergarten-Liebenzell

Articolo sul Bad Liebenzell – Lingua Francese

http://www.schwarzwaelder-bote.de/

Se vi è piaciuto questo articolo o se volete comunicare con noi seguite la nostra pagina Facebook Terraterra